Anche la Juve vola alla Final 4! Che brividi per l’Atalanta

Dopo aver dato vita ad un derby entusiasmante, che vi abbiamo raccontato – tra sfide dirette e testa a testa a distanza – per tutta la regular season, settimana dopo settimana, Juventus e Torino sono anche le prime due qualificate per la Final 4 del campionato Under 17. I ragazzi classe 2001 allenati da Pedone, che partivano da una situazione favorevole visto il 4-2 esterno del match di andata ad Interello, sono riusciti ad eliminare una delle favoritissime alla vittoria finale nonché la squadra campione d'Italia in carica, l'Inter di Zanchetta. E – come successo al Toro 7 giorni prima – hanno staccato meritatamente il pass! Ma entriamo nel riassunto approfondito dello scorso weekend...

QUARTI DI FINALE

Juventus-Inter 3-1 [Petrelli (2), Fagioli – Esposito]

Milan-Roma 1-2 [Colombo – Silipo, Simonetti]

Genoa-Atalanta 3-2 [Malltezi, Klimavicius, Masini – Traorè, Kobacki]

*Torino già qualificato per le Final 4

Tris prestigioso dunque per la Juve a Vinovo, con due firme tutt'altro che casuali sul passaporto per l'Emilia-Romagna, dove si giocheranno semifinale e finalissima: doppietta di Elia Petrelli e rete di Nicolò Fagioli, probabilmente i due migliori singoli dell'annata bianconera e sicuramente due dei talenti più interessanti in assoluto nel panorama nazionale. Per il centravanti cresciuto nel Cesena sono 25 ora i sigilli totali, in 27 partite a calendario, una media realizzativa devastante. Ben 13 i centri anche per il centrocampista e cuore della squadra di Pedone, un fattore assoluto per la categoria. Inter insolitamente annichilita e Juve che si candida di forza al ruolo di favorita n°1 al trionfo finale, con una coppia offensiva di questa qualità e con la convinzione derivante dall'aver estromesso i nerazzurri.

Nel fine settimana alle porte a questo punto le torinesi si gusteranno i return match degli altri due quarti di finale, dopo le sfide di andata che hanno visto la Roma espugnare il campo del Vismara di Milano ed il Genoa mettere seriamente paura all'Atalanta.

I rossoneri di mister Baldo ripartiranno da un doloroso 1-2 incassato in casa contro la squadra di Baldini, trascinata da due ragazzi che più volte vi abbiamo nominato e raccontato quest'anno: doppia cifra raggiunta nel match più importante per Andrea Silipo e ottava gioia personale per Pier Luigi Simonetti, una delle colonne dell'Under 16 giallorossa che proprio 12 mesi fa si giocava la finale-Scudetto contro gli stessi avversari, vedendo poi i vari Maldini, Tonin & co spuntarla in una sfida bellissima e divertente. Il copione, dopo i primi 80 minuti di questo quarto di finale, si è ribaltato e lo scettro è nelle mani della Roma, nonostante il gol determinante di Lorenzo Colombo, bomber che si sta distinguendo in questi mesi finali di stagione come sotto età (dopo aver giocato bene anche con i coetanei allenati da mister Monguzzi, fino al KO contro l'Atalanta) tanto da essersi meritato la convocazione in nazionale Under 17, come riserva di Vergani, all'Europeo in Inghilterra. Tutto può ancora succedere ma non sarà un'impresa facile vincere nella Capitale per i rossoneri, per giunta segnando almeno 2 gol più degli avversari, visto che in caso di parità di punteggio – come da regolamento – varrà il miglior posizionamento in stagione regolare. Che sorride alla Roma, prima classificata nel Girone C.

Il vero colpaccio però l'ha sfiorato il Genoa di Chiappino, incredibilmente avanti per 3-0 a fine primo tempo contro un'Atalanta dominante per tutto l'anno e che stava per giocarsi le sue possibilità a causa di 40 minuti "storti". La potenzialità offensiva impressionante della squadra di mister Bosi e soprattutto un carattere ed una voglia da piccoli professionisti in erba ha permesso però a Traorè e compagni di riprendere, con un secondo tempo all'altezza, il discorso qualificazione, chiudendo con un parziale di 3-2 più che accettabile visto quando era successo nella prima frazione e lasciando aperta la porta ad un ribaltone completo nel ritorno a Zingonia. Anche se il Genoa di capitan Masini (secondo gol in post season per lui) e del solito Klimavicius, implacabile da gennaio in poi, ripartirà con quel gol di vantaggio da difendere con i denti, nonostante l'Atalanta abbia dalla sua il miglior piazzamento in regular season, da far valere in caso di parità complessiva dopo 180 minuti.

Ecco dunque in grafica il programma del weekend e della fase finale Under 17:

QUARTI DI FINALE – Domenica 10 giugno

Roma-Milan

Atalanta-Genoa

FINAL 4 – Semifinali: domenica 17 giugno; finalissima: mercoledì 20 giugno