Primavera 1, 16^ giornata: sempre Millico, aggancio Toro

Primavera 1, 16^ giornata: sempre Millico, aggancio in vetta per il Toro

Prima tappa del girone di ritorno per il campionato Primavera 1, che con la 16^ giornata inizia ufficialmente la seconda parte della stagione regolare. La virata di metà campionato ci ha regalato subito sorprese e tanti temi interessanti, a margine della consueta abbuffata di gol che ci ha tenuto compagnia dal venerdì al lunedì. Tra agganci in vetta e occasioni sprecate, nuovi inviti al gran ballo e speranze ritrovate, quello appena concluso è stato un turno tutt'altro che banale per la massima serie del calcio giovanile italiano.

Agganci in vetta, dicevamo. Proprio così, perché il lunedì ha messo non poco sale sulla coda della 16^ giornata, con le prime della classe in campo nei due posticipi. Risultati opposti per Atalanta e Torino: la Dea si fa sorprendere da un Genoa da applausi, che trascinato da Flavio Bianchi e Nicolò Rovella espugna Zingonia e infligge alla capolista il terzo k.o. stagionale. Al Filadelfia, in contemporanea, il Torino non si fa pregare e perfeziona l'aggancio: col Palermo l'equilibrio dura un tempo, prima che il ciclone Luca Petrungaro si abbatta sulla formazione rosanero. L'esterno granata firma una tripletta storica: tre gol in sei minuti per lanciare la squadra di mister Coppitelli, prima del sigillo finale del solito Vincenzo Millico che aggiorna una volta di più le sue incredibili statistiche (con quello di oggi fanno 23 gol in 16 partita) e porta a 12 le sue lunghezze di vantaggio sul secondo classificato del Ranking Primavera 1.

Chi invece spreca l'occasione è la Fiorentina, che anziché a -1 dalla vetta si trova a doversi leccare le ferite dopo il k.o. interno subìto per mano di un Chievo in netta risalita. Emanuele Zuelli e Massimo Bertagnoli fanno volare i gialloblù, che si portano a casa tre punti fondamentali in una giornata che ha visto tutte o quasi le contendenti alla salvezza fare risultato pieno. Al gran ballo di alta classifica, nel frattempo, ci sono due nuove invitate: Roma e Inter, espressioni di assoluta nobiltà del calcio giovanile italiano, sono ormai iscritte a tutti gli effetti per la lotta alle prime posizioni. I giallorossi passano con autorità sul campo del Sassuolo: la doppietta di Ludovico D'Orazio (che sale così al sesto posto del Ranking) vale il sorpasso alla Fiorentina e il -3 dalla coppia di testa. I nerazzurri, invece, soffrono per un tempo contro un bel Cagliari, ma nella ripresa trovano la chiave per mettere a segno la rimonta. Una zampata rapace di Davide Merola e un super gol di Lorenzo Gavioli propiziano i tre punti alla Sardegna Arena: adesso i campioni d'Italia sono a -5 dalla vetta e distano due sole lunghezze dal secondo posto.

Chi invece perde terreno dalle posizioni di vertice è la Juventus, che non riesce a uscire dal tunnel imboccato nelle ultime settimane. I bianconeri cadono sotto i colpi di una Sampdoria "forza quattro", che grazie alle reti di Tommaso Farabegoli e Leonardo Benedetti acchiappa Palermo e Sassuolo a centro classifica. Non riesce ad approfittarne il Napoli, che viene beffato da un Milan che si conferma più vivo che mai: il gol allo scadere firmato da Marco Brescianini vale tre punti corsari, che permettono ai rossoneri di rimanere incollati al treno salvezza. Treno salvezza sul quale sale con decisione anche un ritrovato Empoli: Emanuele Matteucci affonda l'Udinese nello scontro diretto di Monteboro, confermando la voglia di lottare della squadra di mister Zauli.

CLICCA QUI PER RISULTATI E CLASSIFICA DEL CAMPIONATO PRIMAVERA 1

CLICCA QUI PER IL RANKING AGGIORNATO DEL PRIMAVERA 1