Primavera 1, 15^ giornata: la Dea allunga, Millico padrone

Primavera 1, 15^ giornata: la Dea allunga, Millico padrone

Giro di boa per il campionato Primavera 1, che ha appena mandato in archivio l'ultima giornata del girone d'andata. Tempo di bilanci, quindi, a metà di una stagione regolare che non smette di regalare spettacolo ed equilibrio, come testimoniato dai recenti risultati. Una 15^ giornata che ha visto un nuovo allungo in vetta, con tre squadre in forte ascesa che adesso danno la caccia in maniera concreta al bersaglio grosso che vale l'accesso diretto alle semifinali-scudetto.

Abbiamo parlato di allungo, che in questo caso fa rima con Atalanta: la Dea fatica non poco contro un Empoli mai domo, ma trova la chiave per prendersi tre punti che le permettono di tornare capolista solitaria del massimo campionato giovanile italiano. Nel posticipo domenicale, infatti, il Torino inciampa nell'ostacolo rappresentato dal Cagliari: Vincenzo Millico timbra regolarmente il cartellino (ventiduesimo gol in campionato), va in gol anche Nicola Rauti ma i sardi mettono a segno il colpo perfetto grazie ai gol di Luca Gagliano, Gianluca Contini e Federico Marigosu. Il bomber granata può consolarsi con altri tre punti che consolidano la sua leadership nel Ranking, che lo vede in vantaggio di nove lunghezze sul secondo classificato Gaetano.

Lo stop del Torino mette automaticamente i granata nel mirino di una muta di squadre che adesso fiutano la caccia grossa. Su tutte la Fiorentina, che piega un buon Milan in trasferta e chiude il girone d'andata a un solo punto dalla seconda posizione. Sfrutta l'occasione anche la Roma, che batte l'Udinese con i gol di Freddi Greco e Ludovico D'Orazio, mentre continua la risalita in classifica dell'Inter: i nerazzurri sembrano aver ingranato la marcia giusta, e impiegano appena dieci minuti per chiudere la pratica nella trasferta di Palermo. Ancora sugli scudi Andrea Adorante, autore di una doppietta che lo proietta al sesto posto del Ranking. Il Napoli è l'ultimo baluardo che si oppone ad una netta spaccatura della classifica: Ciro Palmieri acciuffa la Juventus all'ultimo respiro, pareggiando il gol di Hans Nicolussi Caviglia ed evitando la fuga delle prime sei della classe.

Nella parte bassa della classifica, Chievo e Sampdoria regalano brividi fino all'ultimo secondo: i gialloblu accarezzano una vittoria preziosa, ma vengono beffati dal gol di Tommaso Farabegoli al 94' che permette ai blucerchiati di tornare a casa con un ottimo punto. Nel posticipo del lunedì, il Sassuolo fa il colpo salvezza sul campo del Genoa: 1-2 firmato da un'autorete e dal gol di Giuseppe Aurelio.

CLICCA QUI PER RISULTATI E CLASSIFICA DEL CAMPIONATO PRIMAVERA 1

CLICCA QUI PER IL RANKING AGGIORNATO DEL PRIMAVERA 1