U21 A, la massima serie ha fatto… 13

Chiamateli pure i "tredici cavalieri Lgi" della massima serie. Già, tredici, come gli under 21 azzurrabili schierati dalle squadre di serie A nell'ultimo turno di campionato. Non sarà una vera e propria riscossa "verde" quella in atto sul palcoscenico nazionale più prestigioso, ma i giovani ci sono e fanno sentire la propria voce a suon di prestazioni. Gigio Donnarumma del Milan ed Emil Audero della Sampdoria (in foto) hanno portato fieno in cascina nella classifica Lgi e collezionatro un ottimo "clean sheet", rispettivamente contro Parma e Bologna. Due i difensori che rappresentano punti fermi per le rispettive squadre: il cagliaritano d'adozione Filippo Romagna e Alessandro Bastoni del Parma. A centrocampo continua macinare punti e prestazioni Rolando Mandragora, che ha anche sfiorato il gol al "Meazza" contro l'Inter: cambia l'allenatore, cambiano i moduli, ma l'Udinese non può fare a meno del giocatore di origine campana nella zona nevralgica del campo. Nello stesso ruolo si sta mettendo in evidenza, com accade ormai da un paio di anni, Nicolò Barella del Cagliari. Ha indossato la maglia da titolare anche Manuel Locatelli del Sassuolo. Tra i più utilizzati negli ultimi tempi c'è Francesco Cassata del Frosinone. In zona offensiva sta facendo capolino con maggiore continuità l'altro Nicolò del calcio italiano: Zaniolo. Il centrocampista della Roma è già un punto fermo della formazione giallorossa. Così come lo è, da tempo, per la Fiorentina, Federico Chiesa. Ha avuto poco spazio a disposizione contro il Milan, ma tanto è bastato per mettersi in luce: Riccardo Orsolini è uno dei fari Lgi. Il cerchio si chiude con due attaccanti affamati come Patrick Cutrone del Milan e Andrea Pinamonti del Frosinone. Il futuro del calcio italiano passa da loro. Dai tredici cavalieri de La Giovane Italia.

Ex Lgi. Turno altalenante, invece, per gli ex giocatori de La Giovane Italia. Ovvero per i giovani che, per motivi... anagrafici, hanno smesso di abitare sul pianeta Under 21. Eppure il grado di ex lo fanno valere. Eccome. Sta vivendo una stagione molto positiva Gianluca Caprari della Sampdoria (tre gol e due assist pur non essendo un titolare inamovibile della formazione blucerchiata) autore del gol che ha aperto le danze nella sfida vinta per 2-0 contro il Parma. Dopo un lungo digiuno è tornato a gonfiare la rete anche Domenico Berardi del Sassuolo (tre gol e tre assist in stagione). La regola del terzo centro in stagione vale pure per Bryan Cristante della Roma, che ha realizzato un gol pesante nella partita delicata vinta in rimonta dai giallorossi contro il Genoa.

Ecco la Classifiche di rendimento A