U21 A, boom boom Kean esalta la Giovane Italia

Moise Kean (in foto) scatena tutto il proprio potenziale e vola nella classifica di rendimento de La Giovane Italia. Grazie a una doppietta che ha lasciato tutti di stucco, l'attaccante della Juventus (classe 2000, è sempre bene ricordarlo) ha lasciato il segno nel giorno in cui avrebbe dovuto semplicemente indossare i panni di tappa-buchi offensivo in assenza dei big bianconeri, tenuti in naftalina in vista dell'Atletico Madrid. Eppure il centravanti cresciuto nel vivaio del club piemontese ha dimostrato di essere molto di più che un semplice ripiego da utilizzare quando proprio non se ne può fare a meno. In una squadra infarcita di seconde linee, Kean si è preso la scena realizzando una doppietta. Pazzesco anche il rendimento all'interno della classifica Lgi. Si tenga conto che l'attaccante della Juventus ha potuto usufruire anche dei bonus provenienti dall'utilizzo (e dai gol) con le maglie della Nazionale giovanile, ma l'attuale quindicesimo posto nel ranking de La Giovane Italia (a quota 40!) resta sbalorditivo, tenendo conto che è andato a punti appena in cinque circostanze, inclusa l'ultima (12+12++1+1+14). E chissà che anche Massimiliano Allegri, tenendo conto che il campionato la propria squadra lo ha vinto da un pezzo, non possa scegliere di aumentare il minutaggio del centravanti che lo scorso anno si è fatto le ossa a Verona e nella stagione in corso ha totalizzato appena tre presenze in serie A. La vecchia Signora è stata assoluta protagonista nell'ultimo turno, tenendo conto che c'è da mettere a referto anche l'esordio nella massima serie di Hans Caviglia Nicolussi, centrocampista da tempo in rampa di lancio. La sua storia stagionale è incredibile e anche sotto il profilo Lgi ha una grande particolarità: Cavigli Nicolussi è l'unico giocatore ad aver messo piede... in tre ranking. Quello di A, infatti, è solo l'ultimo in ordine di tempo dopo aver bazzicato nell'Under 19 e nella squadra Under 23 che milita in serie C. Un predestinato.

Ritorno gradito. A distanza di mesi dall'ultima gara giocata, ha rimesso piede in campo Federico Dimarco. Il difensore di proprietà dell'Inter, attualmente in forza al Parma, dopo due infortuni delicati, è tornato a giocare titolare con la maglia gialloblù. Dopo il classico gol dell'ex a San Siro si era eclissato, ma ha le carte in regola per riprendere la sua scalata verso un posto in pianta stabile nella massima serie.

Ex Lgi. Scatenati i giocatori che in passato hanno virtualmente indossato la casacchina de La Giovane Italia. Soprattutto i bomber si sono scatenati. Ha finalmente toccato la doppia cifra stagionale Andrea Belotti del Torino, autore di una doppietta nella trasferta disputata dai granata sul campo di Frosinone. In rete anche la coppia dell'Inter, Matteo Politano e Roberto Gagliardini, oltre agli attaccanti di Sassuolo e Roma, Domenico Berardi e Stephan El Shaarawy.