La nuova Lgi riparte dal doppio Caligara in salsa sarda

Se non fosse per quella "a" finale, Caligara (foto) sarebbe un possibile anagramma di Cagliari. Già, ma è proprio la lettera "A", rigorosamente maiuscola, a fare tutta la differenza del mondo per il centrocampista classe 2000 sbocciato nel vivaio bianconero dopo essere transitato dall'Inter e dalla Pro Vercelli. E proprio contro l'Inter, scherzo del destino, il versatile giocatore originario di Borgomanero ha festeggiato il suo esordio nella massima serie (17 minuti in campo, recupero incluso, lo scorso 17 aprile). La nuova stagione del diciottenne in forza ai rossoblù è iniziata al meglio. In occasione della prima amichevole prestagionale del Cagliari, Fabrizio Caligara ha messo a segno una doppietta (contro la Rappresentativa Barbagia, squadra sconfitta per 9-0). Un ottimo auspicio in vista del  campionato che inizierà tra poco più di un mese. Sul nuovo almanacco Lgi, il giocatore ex Juventus è stato paragonato a Jack Bonaventura perché, al pari del giocatore milanista, Caligara è un centrocampista molto versatile e con il vizietto del gol. Nella carriera da giovane virgulto bianconero è stato impiegato da mediano davanti alla difesa, interno di centrocampo, esterno e trequartista. Ecco perché può essere considerato un jolly per il settore nevralgico cagliaritano. Nella prima apparizione stagionale, seppur non ufficiale, a Caligara è bastata mezz'ora per mettersi in mostra. E non solo sottorete.

Caligara... ma non solo. Il Cagliari ha convocato in ritiro anche alcuni giocatori che, negli anni passati, hanno avuto a che fare con la squadra Lgi. Su tutti il difensore, anche lui proveniente lo scorso anno dalla Juventus, Filippo Romagna (classe 1997). Presentissimo anche il portiere Alessio Cragno (1994), che condivide i giovani guantoni anche con il collega di reparto Riccardo Daga, classe 2000 (Lgi in corso). A chiudere il quadro ci sono due centrocampisti "storici" della spedizione sarda: il primo è Nicolò Barella (classe 1997 che i cagliaritani cercheranno di tenere alla base almeno per la prossima stagione, nonostante le lusinghe di tanti top club) mentre il secondo è Alessandro Deiola (classe 1995) che, al pari Caligara, è entrato nel primo tabellino stagionale del Cagliari. I giovani rossoblù hanno iniziato con la marcia giusta, in attesa di un campionato da protagonisti.