Under 17 AeB, Juve campione d’Inverno! Sipario sul 2017

Dopo Atalanta e Roma, ecco la Juve: anche il gruppo A, che mancava all'appello quanto a verdetto sulla regina d'inverno Under 17, ha trovato la sua dominatrice... parziale! E' infatti la squadra bianconera a vincere la volatina per il titolo di campione d'Inverno, sempre molto platonico quanto psicologicamente apprezzato. In particolare se te lo giochi in un derby a distanza: frena infatti il Toro a Cremona e quindi il poker juventino a Vercelli vuol dire sorpasso. Ma entriamo nei dettagli, nei risultati, nelle graduatorie, con Allievo Modello, partendo proprio dal primo raggruppamento...

 

GIRONE A

Cremonese-Torino 1-1 [Kadjo – Autogol]

Genoa-Spezia 2-0 [Masini, Rovella ]

Novara-Empoli 3-1 [Andriolo, Zunno, autogol – Mosca]

Pro Vercelli-Juventus 0-4 [Fagioli, Angileri, Francofonte, De Panfilis]

Sampdoria-Parma 2-0 [Y.Mpie, Prelec]

Sassuolo-Carpi 4-2 [Mattioli (3), Riccardi – Saezza, Giovannini]

Entella-Fiorentina 3-1 [De Rigo (2), Vianni – N.Pierozzi]

 

Classifica

Juventus 32

Torino 31

Sampdoria 28

Genoa 24

Fiorentina 22

 

Marcatori

Mattioli 11

Zunno, Moreo e Petrelli 9

Kadjo 8

Y.Mpie e De Rigo 7

 

Tinte forti e bianconere dunque, proseguendo il discorso accennato nell'incipit: ancora una volta 4 marcatori diversi, come la settimana precedente, per la Juventus di mister Pedone, che raggiunge il primo posto in classifica con il miglior attacco del girone (29 gol fatti) e la seconda miglior difesa (10 subiti). I 3 punti contro la Pro Vercelli ratificano anche come la Juve sia la squadra che ha vinto di più nel gruppo A (10 vittorie) e perso di meno (1 solo KO): insomma, difficile andare a discutere la leadership juventina, per quanto il Toro sia di fatto allo stesso livello e quindi ci si aspetti una stracittadina di Torino lunga una stagione, per la categoria, assolutamente entusiasmante. Ancora una volta citiamo una presenza fissa per Allievo Modello, in salsa Juve, ovvero Nicolò Fagioli, ormai pronto al salto definitivo in Primavera con 6 mesi d'anticipo; per quanto riguarda invece il pari granata a Cremona, decisivo l'8° sigillo in campionato di quel Konan Junior Kadjo che – tra i grigiorossi – avevamo segnalato per tempo come uno dei talenti stranieri più meritevoli di attenzioni. Ed applausi. Tra le prestazioni da segnalare, tra i singoli in copertina, ecco poi Andrea Mattioli: l'avevamo "provocato" nello scorso appuntamento con questa rubrica, parlando di un Sassuolo dipendente dai suoi gol. E lui ha risposto con una tripletta devastante contro il Carpi, prendendosi di forza il trono dei bomber nel raggruppamento, con 11 centri. Chapeau.

Tornando agli ottimi prospetti non italiani ai quali diamo un passaporto speciale LGI per motivi calcistici, nuova vittoria della Samp nel segno di Jamie Yayi Mpie, ora a quota 7 reti assieme ad un talento invece tutto "azzurro" come Mattia De Rigo. Il colpaccio dell'ultimo weekend di gara per gli Under 17 è proprio quella dell'Entella, contro una Fiorentina che chiude l'anno senza sorriso, nonostante l'ennesima conferma che arriva da Niccolò Pierozzi, uno degli esterni più bravi e promettenti della categoria. Chi torna a vincere invece dopo un periodo di appannamento è il Genoa di mister Chiappino con timbri sul cartellino di Patrizio Masini e Nicolò Rovella, centrocampisti rossoblu entrambi al primo appuntamento con il gol della loro stagione. Chiude il quadro, a proposito di bomber e completando il discorso precedente sui cannonieri di questo girone d'andata per il Girone A, il tris del Novara contro l'Empoli, con 9° centro in 13 partite di Marco Zunno. Uno che ha messo nel mirino Matteo Stoppa, suo predecessore quanto a prolificità sottoporta in Under 17 nel 2016/17 per i piemontesi e vuole mantenersi a certi livelli...

 

GIRONE B

Cagliari-SPAL 2-2 [Cannas, Agostinelli – Cuellar (2)]

Cesena-Brescia 1-0 [Manara]

Cittadella-Atalanta 2-4 [Bertolini, Rosa – Cortinovis, Traore (2), Milani]

Hellas Verona-Inter 0-3 [Fonseca, Vergani, autogol]

Milan-Chievo Verona 3-1 [Tonin, Maldini, Frigerio – Enyan]

Udinese-Bologna 2-0 [Olivato, Oviszach]

Venezia-Lazio 1-2 [Pasqual – Armini, Del Mastro]

 

Classifica

Atalanta 36

Inter 26

Cagliari, Cesena e Milan 25

 

Marcatori

Cannas e Vergani 10

Manara, Rocchi, Ghislandi e Rovaglia 8

Tonin, Maldini e Rabbi 7

 

Passando al secondo raggruppamento con la nostra analisi, sempre più solitaria la fuga in vetta dell'Atalanta di mister Bosi: 9a vittoria consecutiva per i nerazzurri (la 12a in 13 giornate...), miglior attacco in assoluto della categoria con 34 reti finora. Un gruppo eccezionale, per descrivere il quale fatichiamo ormai a trovare aggettivi nuovi e che ha nella leadership tecnica di Alessandro Cortinovis qualcosa di molto simile a quanto, due stagioni fa, aveva trovato in Filippo Melegoni. Che poi, per inciso, decise con il gol-Scudetto la finale contro l'Inter, a giugno... Previsioni di vittoria a parte, che può provocare gli scongiuri un po' di tutti, dai bergamaschi alla concorrenza, passiamo all'altra nerazzurra, l'Inter di Zanchetta: la coppia Vergani-Fonseca è ormai un fattore assoluto per quanto riguarda l'incisività offensiva e in particolare il bomber interista e del gruppo B – arrivato a 10 sigilli, come Cannas, anche lui in gol nel fine settimana – si conferma il trascinatore dei suoi ed uno dei prospetti più intriganti da seguire anche in Primavera, con la maglia azzurra dell'U17 di Nunziata, agli Europei. Chiude bene l'anno anche il Milan dei gemelli del gol Tonin e Maldini, entrambi a quota 7 in questo girone d'andata; alla pari con i rossoneri proprio il Cagliari di Cannas – fermato a sorpresa in casa dalla SPAL – e il Cesena di Nico Manara. Uno che quando c'è da piazzare la zampata pesante non si tira mai indietro, chiedere per conferma (è solo l'ultima della serie) al Brescia... Sorrisi di fine dicembre infine per l'Udinese di Enrico Oviszach, miglior singolo bianconero di queste prime 13 giornate e nuovamente a bersaglio contro il Bologna e anche per la Lazio di mister D'Andrea, che era partita malissimo a settembre e – 3 mesi dopo – può guardare con soddisfazione alla crescita individuale di tanti ragazzi (ad esempio Cristiano Del Mastro) e soprattutto a quella collettiva, di squadra.

 

GIRONE C

Ascoli-Foggia 4-1 [Coltorti, Buonavoglia, Intinacelli, Gega – Rosselli]

Bari-Ternana 0-2 [Canalicchio, Di Bartolomeo]

Benevento-Napoli 1-2 [Dublino – Labriola, Sgarbi]

Crotone-Palermo 2-0 [Ruggiero, Lauro]

Perugia-Frosinone 1-2 [Miola – Venturini, Veneruso]

Roma-Avellino 2-1 [Simonetti, Silipo – Coiro]

Salernitana-Pescara 0-0

 

Classifica

Roma 32

Napoli e Benevento 25

Frosinone 24

Ascoli 22

 

Marcatori

Iannone 11

Altobello e Labriola 8

Silipo, Barbarossa e Veneruso 7

 

Anche la Roma, siamo al terzo e ultimo gruppo, non pare voglia togliere il piede dall'acceleratore: 5 vittorie consecutive per i giallorossi, che hanno blindato la difesa (solo 2 gol presi in questo periodo) e trovato in Andrea Silipo l'uomo (meglio, il ragazzo) del "gol pesante"! 9 dei 15 punti portati a casa nell'ultimo mese abbondante portano infatti la sua firma e sono arrivati grazie ai suoi sigilli, risultati sempre decisivi, negli ultimi minuti, per mettere le ali alla Roma di mister Baldini. Si viaggia in coppia per quanto riguarda la classifica dei bomber, con lui e Barbarossa appaiati a quota 7 centri anche se l'altro duo offensivo – il più prolifico del raggruppamento – è quello del Frosinone: sale a 7 gol anche Giuseppe Veneruso, determinante nella vittoria esterna contro il Perugia dei ciociari, all'inseguimento del compagno Altobello, un gradino più su nella graduatoria dei marcatori. A proposito di gente con la rete facile, Valerio Labriola (arrivato a quota 8 proprio assieme al bomber del Frosinone) non ha esitato ad attirare su di se' occhi e attenzioni degli addetti ai lavori anche nel derby contro il Benevento. Che ha ritrovato il suo attaccante Vincenzo Dublino dopo un lungo digiuno ma – complice lo stesso Labriola e soprattutto Lorenzo Sgarbi, autore della stoccata vincente nel finale – ha alzato bandiera bianca, raggiunto in classifica proprio dagli azzurri, ora secondi a parimerito con i sanniti. Impressionante, a proposito di zone alte, la fine 2017 per l'Under 17 (e in generale per il settore giovanile) dell'Ascoli: i 2001 bianconeri hanno confermato la loro voglia di zona playoff anche contro il Foggia, travolto per 4-1 con il solito Kevin Buonavoglia a segno, assieme ad un centrocampista d'attacco di talento, Francesco Intinacelli. Arrivato la scorsa estate (2016) dal River '65 di Chieti e autore di una buona annata già con l'U16, prima del passaggio nella categoria successiva. Per quanto riguarda gli altri risultati, scalando la graduatoria all'incontrario, per una volta all'asciutto bomber Iannone nel pari senza gol della sua Salernitana, anche a causa di un rigore sbagliato, che poteva permettergli di salire a 12 reti in 13 match. Sono lui e Mattioli (Sassuolo), in ogni caso, i due principi dell'attacco a metà percorso nella categoria. Seconda vittoria esterna consecutiva poi per la Ternana, con le ferette che – lontano da casa – hanno in Simone Di Bartolomeo e Nicolò Canalicchio i due cecchini implacabili sottoporta; infine 2-0 anche per il Crotone contro il Palermo, con il ritorno al gol di Zak Ruggiero per i calabresi e la terza gioia personale in stagione per Pasquale Lauro.

E a voi tutti, con appuntamento rinnovato per inizio 2018, i migliori auguri di Natale e un fantastico anno nuovo. Con più Allievo Modello per tutti!