Il Milan cade nel derby ma si rialza subito: Atalanta KO!

Tutto sempre in ballo, grandi sfide e i migliori prospetti classe 2001 d'Italia che non mollano niente: Allievo Modello si apre questa settimana con il resoconto della 17a giornata del campionato Under 17 ma soprattutto con la vittoria – nel recupero giocato nelle scorse ore – del Milan sull'Atalanta capolista. Che cade dopo un intero girone di vittorie consecutive (13 di fila!). L'ultimo risultato in ordine di tempo e uno dei più importanti fin qui, dal punto di vista della rilevanza tecnica. Ma lasciamo subito spazio ai numeri e agli approfondimenti, a partire dal ritorno alla vittoria della Juve nel primo raggruppamento!

GIRONE A

Spezia-Carpi 1-1 [Bertacca – Simone]

Parma-Cremonese 1-2 [Mauro – Rapisarda (2)]

Sampdoria-Genoa 0-1 [Di Bella]

Empoli-Pro Vercelli 2-2 [Zefi, Bertolini – Danovaro, Erradi]

Juventus-Sassuolo 1-0 [Di Francesco]

Fiorentina-Torino 1-1 [Servillo – Moreo]

Novara-Entella 1-1 [Paroutis – Brunozzi]

Classifica

Torino 41

Juventus 36

Genoa 32

Sampdoria 31

Fiorentina 30

Marcatori

Mattioli e Moreo 12

Y.Mpie, Zunno e Petrelli 9

Ci voleva il sigillo DOC dell'ultimo arrivato, un bomber vero di categoria - e con esperienza significativa già in Primavera - come Davide Di Francesco a rilanciare l'andatura della Juventus di mister Pedone: per capire se la "crisi" (termine tutto da contestualizzare, vista la categoria) è realmente alle spalle ci vorrà qualcosa di più rispetto ad un 1-0 con punteggio sbloccato solo nei minuti di recupero dall'ex Ascoli. Capace di segnare – prima di questo – altri 4 gol con gli Under 17 oltre a 4 come sottoetà in Primavera, in stagione, con i marchigiani. Periodo nero invece per il Sassuolo, al 4° KO in serie nel 2018. Frena invece in vetta, pur restando nettamente al primo posto, il Toro di Sesia, che ritrova il suo bomber Niccolò Moreo (12° centro in campionato) ma viene stoppato da Michele Servillo, tra i più positivi per la Viola di Cioffi: su rigore il definitivo 1-1 granata, episodio che ha portato nel parapiglia generale anche alle espulsioni di Simic e Spaneshi, con finale in 10 contro 10. Dietro alle due torinesi, l'altro derby, quello genovese per il terzo posto in graduatoria. Per questo, nel confronto diretto giocato in casa doriana, pesantissimo il sigillo di Andrea Di Bella, il primo per lui in stagione... difficilmente avrebbe sperato in un battesimo più glorioso! Da segnalare in aggiunta, senza dubbio visto il grande inizio di anno dei grigiorossi, il 2-1 esterno della Cremonese a Parma. Nel segno di Simone Rapisarda, decisivo con la sua doppietta. Infine ben 3 pareggi a chiudere il quadro: in particolare nel 2-2 di Empoli, in luce ancora Davide Bertolini, che vi abbiamo raccontato già diverse volte nelle scorse settimane. E che troverete, "schedato" per bene, sulla Giovane Italia 2017/18 ormai pronta alla spedizione e freschissima di stampa, che arriverà ai primi aficionados che l'hanno prenotata a gennaio, nei prossimi giorni!

GIRONE B

Atalanta-Bologna 2-1 [Kobacki, Cortinovis – Rabbi]

Brescia-Cagliari 0-2 [Pinna, Contini]

Cesena-Venezia 7-0 [Manara (3), Zabre (2), Sami, Farinelli]

Hellas Verona-Cittadella 3-0 [Caon (2), Brandi]

Inter-Milan 1-0 [Rossi]

Lazio-Chievo Verona 0-2 [Enyan, Rovaglia]

SPAL-Udinese 1-2 [Cuellar – Lirussi (2)]

Classifica

Atalanta 45

Inter 38

Cesena 35

Milan 34

Cagliari 31

Marcatori

Manara 13

Vergani 12

Cannas 11

Cortinovis, Rabbi e Rovaglia 10

Maldini e Zabre 9

E' successo di tutto e di più, nel giro di 4 giorni, nel secondo raggruppamento: prima l'ennesima vittoria dei ragazzi di mister Bosi, contro il Bologna di Simone Rabbi – tra gli attaccanti più continui e impattanti della categoria – incapace però di strappare il punticino sul campo di Zingonia. Un'imposizione decretata dal rigore trasformato da capitan Cortinovis, in rete (stavolta inutilmente) anche contro il Milan, sempre dagli 11 metri, nel successivo recupero: seconda sconfitta per i bergamaschi, arrivata a più di 4 mesi dall'altro KO, contro il Bologna. Atalanta sempre ben salda in ogni caso in vetta, con l'Inter a -7 dopo la vittoria nel derby dello scorso weekend, segnato dal punto decisivo di Kevin Rossi. I rossoneri di mister Baldo sono passati dalla delusione per la stracittadina persa all'euforia per la vittoria contro la favorita numero 1 per il Tricolore Under 17: ancora in gol Daniel Maldini e soprattutto rete determinante di Alessandro Sala. Che troverete anche quest'anno sul nostro almanacco LGI e che – dopo un infortunio superato ormai definitivamente – confermiamo essere uno dei profili tra i classe 2001 più promettenti e completi in assoluto del panorama nazionale. Ma se il duello... a tre tra le milanesi e l'Atalanta promette come al solito scintille ai vertici del girone, impressionante è il percorso del Cesena: ben 7 i gol romagnoli per travolgere il Venezia e permettere ad uno scatenato Nico Manara di superare tutti e piazzarsi – con 13 reti – in vetta alla classifica cannonieri assoluta. Alla pari con Iannone della Salernitana. Applausi e ammirazione anche per il Cagliari, che resta in scia in zona playoff grazie al ritorno al gol di Giovanni Pinna e Gianluca Contini, entrambi al primo centro nell'anno nuovo, contro il Brescia. Tra i singoli da segnalare, ancora una volta, Pietro Rovaglia e Eric Lirussi, sugli scudi nelle vittorie di Chievo e Udinese: continuiamo a "sponsorizzare" il primo, inspiegabilmente mai chiamato dall'U17 azzurra; ci congratuliamo con il secondo, chiamato invece da Nunziata per la doppia amichevole in Repubblica Ceca, giustamente per come è tornato dopo l'operazione al ginocchio, alla grandissima. Infine l'ultimo nome, quello di Gianmarco Caon, trequartista classe 2001 arrivato in estate dalla Viterbese e che sta crescendo giorno dopo giorno in gialloblu, dopo aver attirato l'anno scorso anche l'attenzione dell'Atalanta...

GIRONE C

Salernitana-Ascoli 0-1 [Intinacelli]

Bari-Benevento 1-3 [Pinto – Dublino (2), Peluso]

Napoli-Palermo 3-1 [C.Guadagni, Sgarbi, Caiazzo – Correnti]

Ternana-Perugia 0-0

Foggia-Frosinone 0-1 [Merola]

Avellino-Crotone 2-0 [Coiro (2)]

Pescara-Roma 2-4 [Napoletano, Afri – Greco (2), Bamba, autogol]

Classifica

Roma 41

Benevento 35

Ascoli 34

Napoli 31

Frosinone 30

Marcatori

Iannone 13

Altobello 10

Dublino e Coiro 9

Vincono tutte le prime 5 in graduatoria nel terzo raggruppamento, a partire dalla Roma capolista: pirotecnico 4-2 esterno per i ragazzi di mister Baldini, trascinati in questo caso da Jean Freddi Greco (doppietta) contro il Pescara di Paolo Napoletano. Che resta uno dei classe 2002 più incisivi di tutti il campionato, oltre che il bomber della squadra abruzzese con i suoi 7 gol, che hanno portato alla squadra 8 punti sui 13 totali. Terza vittoria di fila poi per il Benevento, nel segno di un ritrovato Vincenzo Dublino, partito alla grandissima e poi fermatosi per un paio di mesi a livello di realizzazioni, per tornare in palla tra fine 2017 e inizio 2018. Come lui a quota 9 tra i cannonieri del girone c'è Domenico Coiro, tra le poche super liete dell'Avellino, ancora immarcabile come settimana scorsa contro il Frosinone anche contro il Crotone: doppia doppietta nel giro di 7 giorni e 6 punti nella classifica degli irpini, in ogni caso ultimi. Resta terzo in graduatoria il fantastico Ascoli di mister Cerasi, ancora vittorioso grazie a Francesco Intinacelli sul campo della Salernitana e a tre lunghezze di distanza dal Napoli, che regola il Palermo: in gol Ciro Guadagni, Lorenzo Sgarbi e Giovanni Caiazzo. Chiudono il quadro il colpo esterno del Frosinone in casa di un Foggia che non vince da novembre e sembra in caduta libera e il pari senza gol nel match di Terni, il derby contro il Perugia.