Fosforo e Muscoli. Eccoci nel motore delle Under 19

Il centrocampista non è un semplice giocatore che sta lì nel mezzo e che smista i palloni, ma è colui che più deve collaborare con i suoi compagni di reparto, che deve saper valutare il match, deve cogliere i suggerimenti della difesa e attuarli in decisioni rapidissime. Se il centrocampo non gira, difficilmente la partita avrà risvolti positivi, se non per bravure individuali.

                                                           

Svizzera di nazionalità italiana, Federica Cavicchia, classe ’98, e’ la veterana. del gruppo. Veste orgogliosamente la maglia azzurra giocando nello Zurigo, la squadra-vertice del campionato svizzero. Mediano basso dal fiato instancabile, pedina spesso fondamentalmente, recupera tantissimi palloni e sa interpretare benissimo la fase difensiva.

Alice Regazzoli, classe ’99, centrocampista dell’Inter femminile in grado di interpretare bene sia la parte difensiva che quella offensiva, con una buona padronanza del pallone e un’ottima visione di gioco. Può essere adattata anche a difensore centrale.

Marta Mascarello invece, classe ’98, ha passato le due scorse stagioni al Cuneo mentre la prossima la vedrà giocare con me nell’UPC Tavagnacco. È un centrocampista più avanzato, un trequartista dai piedi fatati che riesce a trovare anche i più piccoli spazi. Indossa la maglia numero 10, un “investitura pesante, che ha dimostrato di saper regegere mettendo a segno il rigore dell’ultimo minuto contro la Norvegia che ha permesso all’U19 la qualificazione a questa fase finale.

Arianna Caruso e Giada Greggi,entrambe della RES Roma, sono due talenti cresciuti molti in questo biennio. La prima, classe ’99, è una giocatrice rapida ed elegante, dalla grande tecnica e visione di gioco: il suo impatto nel gurppo è molto forte. Infortunatasi proprio durante la gara contro la Norvegia, è riuscita a recuperare alla grande per giocarsi questo Europeo.  Giada invece è una classe 2000 dal baricentro basso, ma dalla straordinaria tenacia e determinazione: queste qualita’ , unite alla sua bravura tecnico-calcistica e alla sua rapidità, le conferiscono quei centimetri in più che la natura non le ha dato. Uno dei talenti più giovani e promettenti della rosa.Forza ragazze. Fosforo e muscoli. Fosforo e muscoli.

Nicole Peressotti (reporter LGI e giocatrice dell UPC Tavagnacco).