U21 A, Chiesa e Pellegrini si prendono la scena

Se fossimo al programma tv "L'eredità", i termini chiesa e pellegrini rientrerebbero nello stesso lotto di parole per individuare il vocabolo chiave di giornata. L'unica eredità, però, è quella pesante che papà Enrico (Chiesa, appunto) ha lasciato al figlio Federico. E al ventenne viola non sta gravando affatto. Lo dimostra la stagione della consacrazione vissuta da Chiesa junior, che ha già messo a segno 4 gol e 3 assist in campionato. Prima gioia con la maglia della Roma, invece, per Lorenzo Pellegrini, sempre più integrato nel progetto giallorosso disegnato da un architetto che ha molta familiarità con la giovane italia: Eusebio Di Francesco. Tutto qui? Nient'affatto. Nel giorno del portiere-goleador Brignoli, c'è spazio anche per Enrico... Brignola. L'attaccante del Benevento, classe '99 che da tempo soggiorna nell'almanacco Lgi, ha esordito in A nel giorno in cui le "streghe" hanno fatto un dispetto al "diavolo" e conquistato in modo rocambolesco il primo punto nella massima serie.

Ex Lgi. Tre protagonisti con tre motivazioni diverse: è il bottino di giornata conquistato dagli ex Lgi. Turno di campionato vissuto con sentimenti contrastanti per il centrocampista della Spal, Federico Viviani, che ha reso meno pesante il passivo dei ferraresi all'Olimpico contro la Roma. La sua Roma, società che gli ha dato i natali calcistici. L'attaccante Andrea Petagna non ha trovato la via del gol ma è risultato ugualmente determinante, servendo l'assist del pareggio contro il Toro, in trasferta. Giornata da dimenticare, infine, per l'ex leader indiscusso delle classifiche di redimento Lgi, Alessio Romagnoli, espulso poco prima del grottesco pareggio sannita contro il Milan.

Ranking e minutaggio. Il quarto gol stagionale è valso il sorpasso nella classifica di rendimento al viola Enrico Chiesa. Il centrocampista della Fiorentina rosicchia sei punti in un colpo solo a Nicolò Barella del Cagliari e si issa in vetta alla classifica bonus/malus. L'ultimo gradino del podio è occupato da Rolando Mandragora del Crotone e dal portiere rossonero Gigio Donnarumma, che è anche il numero uno della classifica che premia gli under 21 azzurabili di serie A con il maggiore minutaggio. Tornano a muovere passi in avanti anche Moise Kean del Verona, Fabio Depaoli del Chievo e Vittorio Parigini del Benevento.

Clicca qui per controllare gli aggiornamenti delle classifiche di rendimento Lgi.