Chi sono

Classe 68, segno Gemelli, Paolo Ghisoni va fiero di poche cose. E altrettante poche volte va d'accordo con se stesso nel corso di una settimana.
Al di la degli affetti (Roberta, Emma Sofia e parentado) e di un legame ideologico viscerale con Gioanbrerafucarlo , le "creature" (giornalista professionista dal 1995) che lo rendono orgoglioso della carriera intrapresa sono ricordate da pochi aficionados ( a proposito, grande stima anche per Gianni Clerici).
Preferisce il dietro le quinte autorali ("ATTENTI A QUEI DUE" con la coppia Vialli & Rossi a condurre il programma e  "Squadre da Incubo" le predilette) alle presenze in Tv.
In un solo progetto ha deciso di essere "front man", mettendoci la faccia.
Premessa. Prima di essere rapito per più di un decennio dalla racchetta da tennis, si era innamorato del calcio che da piccolo aveva praticato sino ai 10 anni.  E quando,  cominciando a raccontare la categoria Primavera per Sky Sport, ha rirespirato aria salubre, si è sentito catapultato indietro nel tempo.
La Giovane Italia nasce e parla di giovani calciatori e calciatrici italiani inizialmente "sopraffatti" dall'ondata esterofila a tutti i costi. Ma che attraverso serietà, educazione nei comportamenti e negli studi, mixati ad una paziente attesa per chi vuole raccontarli, sanno regalare grandi soddisfazioni.
Non farà notizia l'elogio della normalità.
Perché  in Italia contano risultati, spettacolarità, news pruriginose e l'odiato calciosmerciato con annessi e connessi. Ma vivendo a due passi dal Po, a lui piace ispirarsi al letto e al corso del fiume. Non per farsi trasportare però. Ma andando controcorrente.
Se qualcosa non gli va giù, bene o male ,vedrete che verrà a galla.
Quando non sarà più cosi, cambiate pure canale.
Ve ne sarà riconoscente.